CLASSIFICAZIONE DELLA PELLE

CLASSIFICAZIONE DELLA PELLE

E indispensabile conoscere esattamente il tipo di pelle che si ha per poter essere in grado di applicare le sostanze più indicate durante i trattamenti estetici.

L’attività delle ghiandole sebacee e sudoripare è fondamentale per detterminare il tipo di pelle : una giusta secrezione di queste ghiandole determina uno stato protettivo misto di acqua e grassi, che conferisce all’epidermide qualità particolari, quali la morbidezza è l’elasticità, rendendola idonea ad opporsi ai fattori negativi esterni.

Una disfunzione di queste ghiandole da luogo a tipi di pelle diversi dal normale.

PELLE NORMALE

Si presenta all’aspetto velutata, sottile, compatta, morbida, luminosa, di colorito roseo e fresco.

Queste caratteristiche sono il risultato di un giusto equilibrio di sostanze grasse ed acqua , di una perfetta circolazione sanguigna e di un rinnovo constante delle cellule.

Nella pelle normale notiamo degli osti follicolari (pori ) appena visibili, un’ottima circolazione, uno strato adiposo non troppo sottile e nemmeno troppo spesso e una rete muscolare che le garantisce una buona stabilità.

Per mantenere questo stato di perfezione il più a lungo possibile anche la pelle normale ha bisogno di cure costanti, adeguate naturalmente all’età ed alle stagioni.

Il trattamento mirerà a conservare inalterate le caratteristiche di questa pelle ed a prevenire eventuali alterazioni.

PELLE MISTA

Anche se da un punto di vista dermatologico <<pelle mista>> è un termine improprio, questo tipo di pelle e la più comune da trovare ed è caratterizzata da zone centrali più grasse rispetto alle laterali, che invece possono essere arrossate o delicate, disidratate o secche.

Le zone centrali del volto, il dorso (interscapolare), il torace e le spalle sono più ricche di ghiandole sebacee: dopo la pubertà tali regioni diventano generalmente più grasse.

Le zone laterali del viso, dove il numero delle ghiandole sebacee è minore (guance, contorno del viso, zone perioculari) normalmente si presentano secche e disidratate. Questa disidratazione aumenta sopratutto nel periodo mestruale: infatti possiamo notare un pH superiore alla norma (circa 8).

A seconda delle alterazioni possiamo distinguere pelle mista con tendenze al secco e pelle mista con tendenze al grasso.

Vengono generalmente trattate con prodotti diversi secondo le zone e secondo l’età.

PELLE GRASSA

Si presenta grassa e con pori dilatati, per un aumento di lipidi di superficie dovute principalmente ad un’ipersecrezione delle ghiandole sebacee.

Questa forma si localizza in modo particolare nelle zone ricche di ghiandole sebacee (cuoio, capelli, parte centrale del volto, regione medio-toracica, regione superiore del dorso)

LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *